Scritto misto

“Scritto misto” è uno spettacolo sull’amore per la scrittura: un amore sempre ben riposto e corrisposto, perché la scrittura non tradisce ma restituisce sempre più di quanto non le venga dato.
Dice Luciano Manzalini: “Lo spettacolo nasce dall’esigenza e vive del continuo stupore di raccontare me stesso attraverso la mia scrittura. Ho scoperto la scrittura solo in tardissima età ed in modo del tutto occasionale. Ricordo ancora il mio primo scritto: mi trovavo -guarda un po’- in palestra, proprio là dove il fisico più che la mente dovrebbe avere la sua massima espressione, quando mi apparvero chiarissime e inaspettate l’immagine e le parole del cultuTriste:
Se piango bagnerò per terra e tutti se ne accorgeranno”. Pianse sotto la doccia.
Da allora non ho più potuto fare a meno di scrivere almeno una riga al giorno, e questo tutti i giorni, prima o dopo i pasti, di giorno o di notte, nel sonno o nella veglia, indifferentemente.”
Lo spettacolo, partendo da questo amore per la scrittura che attraversa i generi e gli stili, si compone in aforismi, monologhi dal respiro teatrale, brevi racconti surreali, canzoni e filastrocche. Scritto misto alterna un’ironia lieve a battute di più facile presa, coinvolgendo un pubblico che va dagli 0 ai 199 anni.
In definitiva, “Scritto misto” parla di parole: dette scritte e cantate, amate e d’amore.
Colpo di fulmine. Il temporale si innamorò del cielo.
Luciano Manzalini è attore ed autore di teatro, televisione e cinema. Ha fatto a lungo parte dei Gemelli Ruggeri. La passione per le storie, e sopratutto per la parola, lo ha portato ad affiancare alla carriera di attore quella di scrittore. Ha pubblicato con la Pendragon di Bologna il libro di racconti “Dubbi di un presunto scrittore” (2006, con prefazione di Michele Serra). Nel 2013 pubblica con Pendragon una raccolta di poesie dal titolo: “L’amore svenuto”. Attualmente, è in tournée col suo spettacolo teatrale “Scritto misto”.



I commenti sono chiusi.